STATUTO

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “Cliomedia Public History”

ART 1. DENOMINAZIONE

E’ costituita a tempo indeterminato l’associazione di promozione sociale denominata “Cliomedia Public History”, di seguito indicata come Associazione.
E’ un’associazione di promozione sociale e culturale, senza finalità di lucro, che opera nella sfera pubblica, su base volontaria, per la crescita della cittadinanza attiva e l’affermazione di una società più democratica e inclusiva. Pone al centro la risorsa cultura come bene prezioso per la comprensione del presente e per la progettazione del futuro anche a partire dalla consapevolezza del proprio passato. La cultura in generale e il sapere storico in particolare sono risorse immateriali indispensabili, oltre che per l’incremento del capitale culturale e sociale, anche per lo sviluppo economico, socioculturale e turistico dei territori e delle comunità.

L’Associazione persegue fini di utilità sociale nei confronti degli associati o di terzi, ha durata illimitata ed è senza scopo di lucro.
[…]

ART 2. SEDE

L’Associazione ha sede in TORINO, via Galvani 2.
[…]

ART 3. SCOPI E FINALITÀ’

L’Associazione opera per la diffusione della conoscenza e della valorizzazione dei patrimoni culturali, storici, artistici e paesaggistici (cultural heritage materiale e immateriale), attraverso tutte le forme di comunicazione sia tradizionali che più innovative, perseguendo i seguenti scopi e finalità:
-sostenere e comunicare la ricerca storica in tutte le forme
-promuovere e valorizzare la conoscenza della storia e dei patrimoni culturali, storici, artistici e paesaggistici sia in ambito locale che in  ambito nazionale, europeo e internazionale interagendo con soggetti sia pubblici che privati
-promuovere la fruizione della conoscenza storica e del cultural heritage sostenendo tutte quelle iniziative e attività che favoriscano la partecipazione del pubblico più vasto e con azioni specifiche per la creazione di nuovi pubblici
-contribuire all’affermazione di una maggiore consapevolezza del valore del sapere storico quale requisito per l’esercizio di una piena cittadinanza
-valorizzare la longevità come risorsa favorendo lo scambio, il confronto tra generazioni e la trasmissione delle memorie
-promuovere e favorire l’inclusione sociale dei gruppi più svantaggiati, comprese le comunità di migranti, attraverso la risorsa cultura, nel confronto e nel dialogo
-promuovere e valorizzare forme di partecipazione alla vita sociale e culturale anche in sostegno di programmi finalizzati alla deradicalizzazione
-contribuire all’affermazione della cultura come risorsa utile per lo sviluppo economico dei territori con particolare attenzione al settore turistico
-promuovere la cultura del paesaggio e formare alla sua lettura e interpretazione per la salvaguardia, tutela e per lo sviluppo dei territori.
-contribuire all’affermazione di una cultura digitale diffusa, sostenendo e favorendo le attività che prevedano l’uso dei nuovi media digitali anche al fine di contribuire alla riduzione del digital divide
-educare e formare alla cultura digitale sia le nuove generazioni sia quelle meno giovani, nell’ottica dell’educazione permanente
-contribuire all’arricchimento del patrimonio digitale europeo attraverso la creazione di nuovi contenuti, la trasformazione di patrimoni analogici in digitale e la promozione di “archivi partecipati” reali e/o virtuali
-valorizzare e diffondere la cultura attraverso la produzione editoriale, cinematografica, multimediale, crossmediale, transmediale sia nelle forme consuete che più innovative

ART 4. ATTIVITÀ’

Per perseguire gli scopi di cui all’art. 3, l’Associazione può svolgere le seguenti attività a titolo esemplificativo e non esaustivo:
-ideare, coordinare e realizzare progetti: di ricerca storica; di valorizzazione dei patrimoni storici pubblici e privati, internazionali, nazionali e locali; di valorizzazione dei patrimoni archivistici pubblici e privati, nazionali e locali; editoriali, multimediali, cinematografici, crossmediali o museali per la diffusione della conoscenza che fanno ricorso a ogni forma di arte sia essa musica, arte contemporanea, cinema o altro volti al fine di migliorare la diffusione della conoscenza; di public e digital history
-svolgere attività di formazione in ambito scolastico di ogni ordine e grado anche attraverso laboratori didattici o corsi
-ideare, organizzare, gestire, partecipare a progetti di alta formazione nel campo della ricerca scientifica in linea con le finalità espresse nel presente statuto
-partecipare ad attività locali, nazionali e internazionali, insieme a organismi pubblici e privati, che favoriscano la ricerca, la diffusione e la valorizzazione della storia e più in generale della cultura
-svolgere attività di formazione, supporto e sostegno a iniziative di carattere economico, in particolare nel campo del turismo culturale, che intendano utilizzare la storia e la conoscenza dei patrimoni storici e culturali locali e nazionali come risorse per ampliare le capacità attrattive di luoghi, territori e comunità
-organizzare eventi culturali, artistici, sportivi e concorsi o  premi, riconoscimenti purché in linea con le finalità dell’Associazione
-progettare, partecipare e gestire progetti di ecomusei
-l’Associazione potrà partecipare quale socio ad altri circoli e/o associazioni aventi scopi analoghi, nonché partecipare a comitati o altri organismi con enti locali, nazionali e internazionali, sia pubblici che privati.
[…]

ART. 5. GLI ASSOCIATI

All’Associazione possono essere ammessi i cittadini italiani e stranieri che condividono i principi e gli scopi dell’Associazione. Il numero dei soci è illimitato. Possono essere soci dell’Associazione le persone fisiche che ne condividono gli scopi, si impegnano a realizzarli e sono mossi da spirito di collaborazione e solidarietà. Non viene fatta alcuna discriminazione di genere, etnica, razziale, culturale, politica o religiosa al momento di valutare la domanda di ingresso nell’Associazione, né tra i soci dell’Associazione stessa. Possono inoltre essere soci gli enti senza scopo di lucro aventi finalità non in contrasto con quelli dell’Associazione.  I soci si distinguono in:  soci fondatori: vale a dire coloro che hanno partecipato alla costituzione della Associazione; soci ordinari: vale a dire coloro che si sono associati in tempi successivi; soci benemeriti: vale a dire coloro che con le loro competenze nei settori di interesse dell’Associazione, per aver contribuito finanziando o svolgendo attività in favore dell’Associazione, ne hanno sostenuto l’attività e promosso gli scopi.
Non è ammessa alcuna differenza di trattamento tra i soci riguardo ai diritti e ai doveri nei confronti dell’Associazione.
[…]